CATANIA 2030: AMBIENTE E AMBIENTI

ECOMED - IV EDIZIONE

ECOMED - IV EDIZIONE

Allargare al Sud il baricentro dell’economia circolare, mettendo in rete i settori più strategici del made in Italy con stakeholder, istituzioni e aziende dell’intero bacino Mediterraneo. È questa la principale ambizione di ECOMED, la prima green expo del Mediterraneo nata per offrire un momento d’incontro tra domanda e offerta di idee e tecnologie capaci di promuovere, davvero, la sostenibilità del nostro vivere in armonia con “l’AMBIENTE”.
Un cambio di passo che è anche un cambio di prospettiva!

Attraverso questa cornice internazionale, la piattaforma intende valorizzare e far dialogare alcune tra le principali e più innovative esperienze, dando il giusto spazio a chi si trova oggi impegnato a promuovere la transizione ecologica e della digitalizzazione nel ciclo dell’acqua, dei rifiuti, delle risorse, e delle fonti energetiche rinnovabili. Settori strategici, molto spesso al centro di crisi ed emergenze, che rappresentano invece un’opportunità unica per attrarre e valorizzare le risorse del Next Generation EU per il new Green Deal Europeo sotto prospettive del tutto nuove e per una vera sostenibilità. L’apertura dei nuovi e promettenti mercati su cui sta scommettendo l’intera economia mondiale e sotto la spinta ineluttabile dell’innovazione tecnologica in campo ambientale sono le chiavi per costruire questo cambio di paradigma, proprio a partire dalle regioni più strutturalmente e tecnologicamente arretrate che devono tornare a essere competitive e a rendere più forte il sistema paese e ciò in linea con il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza e con il Piano Sud 2030 . ECOMED è soprattutto questo.

Nel 2022 il Salone si consolida come “ponte permanente” tra la Sicilia e i paesi che si affacciano sul Mediterraneo, nel solco dell’economia circolare e della condivisione delle buone pratiche. Il Mare Nostrum diventa finalmente fucina di idee e aspira a tornare centro del nuovo mondo. Grazie alla collaborazione con i suoi partner, ECOMED offre l’occasione per condividere saperi e azioni utili per superare le crisi ambientali in atto: dalla lotta al marine litter ai cicli di recupero di nuovi materiali e nuovi imballaggi, dalle azioni e tecnologie per la protezione e il risparmio, l’accumulo e il riuso di ogni risorsa idrica alla tutela del suolo e della biodiversità, dalla bioeconomia per un’agricoltura sostenibile alla bio-industria zero-carbon, dalle strategie per un nuovo concetto di economia circolare misurabile e sostenibile alle potenzialità della Simbiosi industriale, dalla transizione energetica e decarbonazione urbana alle azioni per il contrasto ai cambiamenti climatici passando per una mobilità elettrica sostenibile perché basata sulle rinnovabili.

PROGETTO COMFORT - XIV EDIZIONE

PROGETTO COMFORT - XIV EDIZIONE

Il Salone, arrivato alla XIV edizione, si conferma tra i più qualificati del Sud Italia nel settore. Nato come vetrina delle tecnologie e dei materiali per il comfort abitativo, nel tempo ha diversificato la sua offerta anticipando le richieste e le nuove esigenze di una società in rapida evoluzione. Da qui la volontà di occuparsi anche di comfort urbano e territoriale in armonia con l’ambiente, la sostenibilità e i nuovi modelli di economia circolare per ricercare degli standard qualitativi sempre più elevati, indispensabili per raggiungere un miglior comfort dell’ambiente urbano, dei territori e degli ambienti in generale.

Nuove tecnologie, prodotti innovativi e materiali ecosostenibili sono il fondamento dell’ecoarchitettura che si fa protagonista per soddisfare il bisogno ecologico di comfort delle attuali generazioni senza compromettere quelle future.

L’obiettivo del Salone muove dal settore abitativo verso la pianificazione in ottica di rigenerazione urbana e dei territori. Le nuove frontiere per una corretta rigenerazione avranno come focus la circolarità nel settore delle costruzioni e demolizioni e le azioni di recupero urbanistico seguendo i principi della bioedilizia, risparmio energetico, protezione sismica, domotica, controllo, sicurezza e tutto quanto è finalizzato a migliorare la qualità di vita delle persone e degli ambienti.

In questo quadro includeremo il benessere che ci deriva dalla capacità di gestire il nostro habitat sanitario. Il Progetto si occuperà anche del settore igienico-sanitario e in particolare dell’impiantistica per la gestione dell’aria nelle zone di sterilizzazione, nelle sale operatorie, nei reparti e ambulatori e ove sia obbligatorio rispettare i più alti standard di salubrità degli “AMBIENTI”.